lunedì 16 luglio 2018

LA QUERELA ALL' OSSERVATORE ROMANO: TRA SDEGNO E AUSPICIO

di ANTONIO SALTINI

 

Riletto, ripetutamente, l'articolo sulla querela dell'Istituto Sant'Anna diPisa, una delle più prestigiose istituzioni universitarie nazionali, all'Osservatore Romano, trovo difficile, in quanto cattolico, controllare lo sdegno: nel corso di nessun pontificato l'organo che esprime il pensiero della Chiesa sugli eventi politici, sociali e culturali, si era coperto di tanto fango, merito preclaro di questo Papa-gaucho, che non consulta uomini di scienza ma si circonda di capocuochi e dei loro collaboratori (professionalmente lavapiatti culturali), e affida loro la formulazione del pensiero di Madre Chiesa sul futuro dell'alimentazione di un pianeta popolato da sette miliardi di esseri umani.

giovedì 12 luglio 2018

STORIA DELLA FEDERCONSORZI - META' TRAGEDIA META' FARSA IL FINALE TEATRALE


di ANTONIO SALTINI

 11ª parte

Il palazzo ex Federconsorzi di piazza Indipendenza a Roma
La creazione dell’Aima e il varo delle regioni escludono la Federconsorzi dai rapporti tradizionali con lo Stato. Solo tardivamente Mizzi cerca di rompere l’accerchiamento che lo stringe. La sua morte lascia il compito ai successori, ma Lobianco pretende sull’organismo l’antica insindacabile signoria, e ne condanna la sorte.

mercoledì 4 luglio 2018

MENZOGNE DEL BIOLOGICO. UN' ANALISI AGRONOMICA - QUARTA PARTE

11ª menzogna: il nostro modello agricolo è stato costruito sulla necessità di riconvertire dei prodotti chimici tossici sintetizzati per uso bellico.

 

di ALBERTO GUIDORZI e LUIGI MARIANI 

 


L’acido cianidrico è stato usato dal 1886 al 1955 per difendere le nostre colture da insetti molto dannosi come le cocciniglie (Cravedi et al., 2012). Anche i nazisti utilizzarono un fumigante che liberava acido cianidrico (il famigerato Zyklon B) per sterminare innocenti nelle camere a gas dei campi di concentramento. Tuttavia dovrebbe a tutti apparire con immediatezza del tutto arbitrario stabilire paragoni o relazioni di causa-effetto fra uso della chimica in agricoltura e nazismo. Tale accostamento è stato di recente rispolverato quando si è diffusa la notizia che la Bayer tedesca si era offerta di comprare la Monsanto.

sabato 30 giugno 2018

LEGA E MOVIMENTO 5 STELLE: QUALI IDEE SULL'AGRICOLTURA?

di SANDRO RIGHINI, FRANCESCO PREZIUSO, GIACOMO CARNICELLI e DARIO BIGONGIARI

 

Dopo una lunga gestazione, durata ben ottantotto giorni, fatta di mille peripezie, passi in avanti e passi indietro, nervosismo diplomatico e mercati volubili, è finalmente nato il nuovo governo italiano. Adesso che la fiducia è stata votata sia al Senato che alla Camera, Movimento 5 Stelle e Lega si apprestano a prender la guida della nostra Nazione in uno dei momenti più difficili della sua travagliata storia. Non c'è dubbio, l'Italia ha sicuramente attraversato fasi ben più drammatiche dell'attuale (basti pensare alle due guerre mondiali); eppure mai come adesso ci troviamo di fronte ad un bivio storico.

AbstractWith respect to agriculture th aims of the new Italian Government are analyzed evaluating the very tight program of the government  and the electoral programs of Movimento 5 Stelle and Lega (the two current government forces) in the Fields of agriculture and environment. Among the main drawbacks are highlighted the protectionistic view and the positive preconceptions about organic farming and biodinamics, two  agricultures which due to the quite low productivity are unable to give raw materials for some strategic productions like  pasta, the hams of Parma and San Daniele and grana cheese. 

RiassuntoGli obiettivi del nuovo governo italiano vengono analizzati valutando l'assai contenuto programma del governo e i precedenti programmi elettorali del Movimento 5 Stelle e della Lega (le due forze governative attuali) nei settori dell'agricoltura e dell'ambiente. Tra i principali inconvenienti si evidenziano il punto di vista protezionistico e i preconcetti positivi sull'agricoltura biologica e la biodinamica, due agricolture che a causa della scarsa produttività non sono in grado di fornire materie prime per alcune produzioni strategiche come la pasta, i prosciutti di Parma e San Daniele e  formaggio grana.

martedì 26 giugno 2018

CONTRORDINE, COMPAGNI: GLI OGM SONO IL FUTURO DEL PIANETA!

di ANTONIO SALTINI

 


Si arrampica sul palco un attimo prima della comparsa di Abbado, scioglie i pantaloni, caca sul podio tra le urla del loggione, viene circondato dagli agenti di servizio, proclama di non stupirsi che il Maestro abbia dichiarato l'impossibilità di tenere il concerto.
La farsa non è che la versione metaforica dell'articolo commissionato da Repubblica domenica 24 giugno , ad una delle proprie penne più prestigiose per proclamare che alcuni dei grandi alfieri della lotta agli o.g.m. avrebbero compreso di combattere una guerra insensata e si sarebbero convertiti in paladini delle sementi nate in laboratorio. Senza nascondere l'orgoglio (demenziale) di avere sostenuto una guerra che ha conquistato tutti gli idioti del Pianeta.

lunedì 25 giugno 2018

DestinAZIONE AGRICOLTURA - La Carta di Tricarico 2017

Quaranta anni dopo l’occupazione del villaggio Taccone di Irsina, nasce un incontro di tanti giovani provenienti da Nord a Sud del’Italia con un obiettivo comune: generare azioni positive per il paese

 

"Riceviamo dai giovani imprenditori agricoli  di AGIA - CIA e gentilmente pubblichiamo"

 


Dopo quarant’anni, ci siamo riuniti a Taccone per farci noi stessi portavoce di cambiamento; noi giovani imprenditori agricoli di AGIA vogliamo essere i veri interpreti di questo cambiamento. Questa volta non lo chiediamo ad altri, riuniamo le nostre forze e dimostriamo di avere le capacità per emergere e orientare il nostro stesso futuro con queste nostre forze, le stesse che lavorano la terra ogni giorno.

giovedì 21 giugno 2018

RITAGLI. MAIS IN EMILIA ROMAGNA: LA DIFFERENZA TRA MENTIRE E OMETTERE

di ANTONIO SALTINI 

 


Lo staff di questa rassengna, confessa candidamente lo sparuto gruppo dei redattori, è assolutamente inadeguato ai compiti che gli imporrebbe il costume della comunicazione in un paese in cui ignoranza e mendacio costituiscono, ormai, costume universale, radicato, legittimato da uomini politici, pseudoscienziati, capocuochi convertiti in vati agropolitici, comunicatori di tutti i possibili gradi di incompetenza.

domenica 17 giugno 2018

ORGOGLIO CONTADINO


di SANDRO FRACASSO  

 

 
Provengo da una famiglia che da secoli produce cibo. Passando dalla proprietà alla sua alienazione, tornando attraverso l'affitto a maturare di che comperare di nuovo terreni. Non un gesto sterile di controllo del territorio, o smania di ampliamento, quanto la passione chiara per un compito importante e sempre più difficile. Sono figlio di un uomo che ha studiato, quando molti non superavano l'istruzione dell'obbligo, o addirittura l'eludevano. Eppure, mi ricordo, nei miei temi delle elementari insisteva perché lo chiamassi contadino, non agricoltore, ché era la versione edulcorata per definire un mestiere di cui tanti si vergognavano, ma molti di più sfamava.

sabato 9 giugno 2018

LE SOCIETA' SEMENTIERE PESI PIUMA DELLA FILIERA AGROALIMENTARE GLOBALE

di ALBERTO GUIDORZI e LUIGI MARIANI

Riassunto

Le indusrtie sementiere sono da anni sotto tiro perchè accusate da una narrativa falsamente "progressista" di condizionare governi e di affamare le popolazioni rurali privandole dei loro agognati semi. Questi pregiudizi hanno fatto facilmente breccia in opinioni pubbliche afflitte da manicheismo congenito e fatte danzare al ritmo di slogan buoni per tutte le occasioni. Le statistiche tuttavia ci indicano una realtà del tutto diversa, evidenziando la debolezza strutturale delle "grandi" industrie sementiere, veri e propri nani rispetto ai giganti dell'agro-alimentare. 


Abstract 
Seed industries are under fire because accused by a falsely progressive narrative of conditioning governments and starving the rural populations depriving them of their beloved seeds. These prejudices are easily accepted by public opinions afflicted by congenital Manichaeism and therefore ready to accept slogans good for all occasions. However the statistics shows a completely different reality, highlighting the structural weakness of the "big" seed industries, real dwarves if compared to the giants of the agro-food.

Premessa

In questo scritto ci proponiamo di analizzare la rilevanza tecnica ed economica delle attività sementiere e agrochimiche anche ponendole in relazione con le altre attività agro-industriali. Per fare ciò ci baseremo soprattutto su dati usciti nell’interessantissimo lavoro a firma di Sylvie Bonny “Corporate Concentration and Technological Change in the Global Seed Industry” pubblicato sulla rivista scientifica Sustainability (2017, 9(9), 1632; qui) e liberamente disponibile a questo indirizzo: qui. Tali dati sono stati da noi contestualizzati rispetto alla realtà sementiera italiana.

sabato 2 giugno 2018

FESTA DELLA REPUBBLICA

di ANTONIO SALTINI


La democrazia non è una chimera votata da un'assemblea romana il 2 giugno 1946, è la conquista di una lotta quotidiana per il diritto, il progresso economico, la cultura, tre impegni che gli italiani giudicano defatiganti, ma che non possono, tragicamente, delegare al "telefonino"





2 giugno 2018: 72 anni dalla promulgazione della Costituzione della Repubblica italiana. Anziché giornata di gioioso tripudio per i traguardi civili, sociali, economici conseguiti, i risultati delle elezioni recenti imporrebbero una severa giornata di lutto.