giovedì 25 aprile 2019

25 APRILE 2019!

di AGRARIAN SCIENCES





Oggi 25 aprile ricorre il 74o anniversario della Liberazione d’Italia dall'occupazione nazifascista. 
Immancabilmente, attorno a questa data e tutti gli anni, si accompagnano pretestuose polemiche, di varia estrazione, che hanno come risultato quello di oscurare la Memoria di quello che è stato il reale sacrifico della popolazione e dei Resistenti italiani, per potere arrivare ad un regime di democrazia e libertà. Democrazia e libertà nate non per concessione di “qualcuno”, ma conquistate duramente dopo un immane tributo di sangue. 

mercoledì 24 aprile 2019

IL CASO XYLELLA - ALCUNI SPUNTI DI RIFLESSIONE IN CHIAVE STORICA

di LUIGI MARIANI 


Peste nel 1630: l'esecuzione di Mora e di altri untori accusati di aver diffuso il morbo mediante particolari unguenti.

Il caso xylella - ben inquadrato dall’EFSA (2015) che la indicò come malattia da quarantena la cui diffusione doveva essere contenuta da un lato distruggendo gli olivi infetti e dall’altro colpendo il vettore, la cicalina Philaenus spumarius, tramite insetticidi¹  si presta ad alcune considerazioni di carattere più generale che lo rendono paradigmatico di come il rifiuto della scienza possa tradursi in danni enormi per l’intera collettività. 

martedì 23 aprile 2019

PUBBLICATO SU “NATURE GENETICS” IL GENOMA DEL FRUMENTO DURO


International team decodes the durum wheat genome  (the new genome sequence will contribute to global food safety and security)

a cura di LUIGI CATTIVELLI (prima parte in italiano)/ under care of Luigi Cattivelli (in the present article, follow the english version)




Mietitura del grano duro, coltura mediterranea per eccellenza. The durum wheat combine harvesting in Sicily. This cultivation is a symbol of mediterranean crops. Immagine tratta da/To Sicilia Agricoltura

Un passo fondamentale per sostenere il futuro della filiera nazionale del frumento duro e della pasta

Un consorzio internazionale ha pubblicato sulla rivista scientifica Nature Genetics la sequenza completa dei 14 cromosomi della varietà di frumento duro ‘Svevo’. 
Il genoma studiato contiene 66.000 geni e la sua analisi ha consentito di identificare decine di migliaia di marcatori molecolari che potranno essere utilizzati per la selezione di varietà migliorate. Un lavoro fondamentale, che costituirà un riferimento per tutta la futura attività di miglioramento genetico e per l’identificazione e la tutela delle diverse tipologie di frumento attraverso tecniche di tracciabilità molecolare.

domenica 21 aprile 2019

CONTRO LA DISINFORMAZIONE SULL’EPIDEMIA DI XYLELLA FASTIDIOSA


Si può firmare il documento andando al sito Cattivi Scienziati 


Gruppo Informale SETA – Scienze e Tecnologie per l’Agricoltura
Nonostante anni di dibattito e di dati provenienti dalla ricerca – e nonostante le recenti prese di posizione ufficiali finalmente allineate con quanto la comunità scientifica nel suo insieme va dicendo da tempo – una vocale e variegata minoranza propone ancora al pubblico dibattito argomenti a dir poco fuorvianti sul tema della Xylella fastidiosa, additando rischi catastrofici per la salute e l’ambiente attraverso l’impiego di vecchie e nuove affermazioni con poco o nessun fondamento. Rischi sui quali, come fatto anche in passato, si persevera nel produrre illazioni senza però portare mai alcuna evidenza scientifica accettabile.

sabato 20 aprile 2019

FIAT PANIS! (E anche pasta, per tutti)


di ALESSANDRO CANTARELLI



(L’edizione del Tg1 delle 20,00 dell’8 aprile 2019. Nell’immagine la conduttrice Laura Chimenti).


E’ lunedi otto aprile 2019. 
I titoli di apertura del TG1 delle ore 20 danno una notizia sensazionale. 
Testualmente: ”Il Dna del frumento: studiata la mappa genetica che servirà per il grano del futuro resistente alla siccità. Ricerca a guida italiana”.  Ed infatti il servizio televisivo, curato dalla giornalista Roberta Badaloni era stato girato nientemeno che nelle campagne emiliane di Fiorenzuola d’Arda, in provincia di Piacenza, dove ha sede il Centro per la Genomica e la Bioinformatica (facente capo al  Crea).

giovedì 18 aprile 2019

CEREALI: quando la biodiversità sfama il pianeta - "Fascination of Plants Day"

di  AGRARIAN SCIENCES 


“Riceviamo dal Crea di Fiorenzuola d’Arda (Pc) Centro di ricerca per la Genomica e la Bioinformatica, il comunicato con relativo programma che volentieri pubblichiamo, per l’iniziativa prevista lunedì 13 maggio in occasione della giornata del “Fascination Plant day, rivolta a tutti”.



Il Centro di Ricerca Genomica e Bioinformatica di Fiorenzuola d’Arda (PC), in occasione della giornata internazionale del "Fascination of Plants Day", sta organizzando per il giorno 13 maggio 2019, una giornata-aperta dal titolo:

domenica 14 aprile 2019

AGRICOLTURA BIODINAMICA : PATRIMONIO DELL' AGRICOLTURA ITALIANA


di ANTONIO SALTINI

Martedì 26 marzo, sede nazionale di Coldiretti,
via XXIV maggio n. 43, Palazzo Rospigliosi, Roma
In collaborazione con Coldiretti



La notizia non può che lasciare agghiacciati. La Federazione nazionale dei coltivatori diretti, un organismo la cui fondazione fu celebrata da un' assemblea oceanica, in Piazza San Pietro in cui un papa certamente non incline all'eresia, Pio XII, onorò i contadini riuniti del titolo di colonna portante del Cattolicesimo italiano, barriera inespugnabile ai germi dell'ateismo comunista che avrebbe, ormai, inquinato menti e cuori di tutta la popolazione urbana, corrotta, nelle fabbriche, dalle demoniache illusioni propagate da Marx, si premura di entrare nel novero dei propugnatori del credo biodinamico, l'insieme di fandonie concepite dal negromante sloveno Rudolf Steiner, autore di un'intera biblioteca di testi sull'estraniazione onirica, lo strumento per incontrare il "grande Guardiano della Porta", che lo studioso paziente, che affronti le migliaia di pagine di farneticazioni iniziatiche, scopre essere, inequivocabilmente Satana.

mercoledì 3 aprile 2019

I PESTICIDI HANNO ACCOMPAGNATO L’UOMO AGRICOLTORE!


di  ALBERTO GUIDORZI

 

 


Un’affermazione del genere farà sicuramente sussultare qualcuno o addirittura pensare che si tratti di cosa destituita di fondamento. Ci piacerebbe che fosse così e che fosse esistita un’epoca in cui i raccolti non fossero minati dai parassiti o concorrenziati dalle erbe infestanti, invece purtroppo la storia ci dice che è stato un crescendo. Il primo esempio che vorrei citare sono le sette piaghe d’Egitto dove una è costituita dalla devastazione da parte di orde di cavallette, il secondo è la “zizzania evangelica” individuata come Lolium temulentum.

sabato 30 marzo 2019

SISTEMI DI NAVIGAZIONE SATELLITARE E AGRICOLTURA DI PRECISIONE


di NICOLA PERFETTI


Un mezzo agricolo a guida assistita durante la lavorazione di un campo


Premessa
L’impiego delle più evolute tecnologie elettroniche ed informatiche in ambito agricolo viene denominato Agricoltura di Precisione (frequente è anche l’uso dell’equivalente in lingua inglese di Precision Farming), e si concretizza in sensori installati sulle macchine operatrici e programmi per la gestione delle attività agricole: pianificazione, lavorazione del terreno e prevenzioni sono gli ambiti principalmente interessati. 

Printfriendly