sabato 10 novembre 2018

POTERE DEL MARKETING, OVVERO COME CONVENGA PASSARE DALL'ATTACCARE LA SCIENZA A CHIEDERNE LA BENEDIZIONE

di DEBORAH PIOVAN

 

 



C’è questa Azienda.
Ha società affiliate in diversi Paesi, ipotizziamo che sia qualcosa di simile ad una Multinazionale.
Possiede un Marchio.
Propone un Metodo. Chi vuole sfruttare i vantaggi commerciali del Metodo si deve associare e pagare in anticipo ogni ispezione e ogni consulenza. Il richiedente verrà valutato per due anni, poi l’Azienda deciderà se è idoneo e potrà mettere il Marchio sui suoi prodotti. Non è specificato cosa si intenda per “idoneo”. Cominciate a insospettirvi? Non ancora? Andiamo avanti.

giovedì 8 novembre 2018

NON C E' SVILUPPO AGRICOLO SENZA BASI SCIENTIFICHE

Riflessioni sul Convegno “Rapporti tra Scienza, Politica e Società in relazione al Progresso Scientifico e Tecnologico”

 

 

 di FLAVIO BAROZZI

 

Per milioni di anni di storia dell'umanità  l'aspettativa di vita era minore di 30 anni.


L’Accademia dei Georgofili ha dedicato un Convegno, svoltosi il 29 ottobre a Firenze, al tema “Rapporti tra Scienza, Politica e Società in relazione al Progresso Scientifico e Tecnologico”. Il Convegno ha permesso di esaminare il grave problema del distacco tra una società e un’opinione pubblica agevolmente fuorviate da informazioni false o parziali, specie in tema di scienza e tecnologia applicata all’agricoltura e all’alimentazione, una politica sempre meno caratterizzata dalla competenza e sempre più focalizzata alla ricerca di un facile consenso basato sulla demagogia, ed un mondo della scienza e della tecnica che fatica a diffondere ed a far accettare le conoscenze anche in presenza di prove oggettive.

lunedì 5 novembre 2018

L’AGRICOLTURA DEVE DIVENIRE UNA BRANCA DELL’APICOLTURA?

di ALBERTO GUIDORZI e LUIGI MARIANI


PARTE 1 – CARABINIERI E APICOLTORI…




Ma non hanno altro da fare?  


Qualche giorno fa una notizia trasmessa al TG5 serale indicava che i carabinieri della forestale (ma proprio non hanno altro da fare?) hanno installato un alveare in pieno centro di Roma e la ragione addotta dalla giornalista è stata la seguente: “perché le api stanno meglio in città, in campagna sarebbero uccise dai pesticidi”.
 

venerdì 2 novembre 2018

IL BAGNETTO DELL’ELEFANTE CHE HA SCANDALIZZATO GLI ANIMALISTI. VIVA IL CIRCO E CON GLI ANIMALI!


In difesa della nobile arte circense italiana, contro le menzogne e le barbarie animaliste. Terza parte.

 

 

di ALESSANDRO CANTARELLI




Ipse dixit. “Un circo senza elefanti sarebbe come Amleto senza Amleto. 
E’ un’ipotesi fondata che Sua Maestà pachidermica attiri quasi il 75% del pubblico” 
(Robert Edmund Sherwood, “Here We Again: Recollections of an Old Circus Clown”, 1926).


 (Fig. 1. L’elefantessa Dumbo del circo Amedeo Orfei, ripresa tra il comprensibile stupore dei presenti mentre si concede
 un bagno nel mare di S. Maria del Cedro (Cosenza). Da: youmedia.fanpage.it).
Con l’arrivo dell’autunno, annunciato da un repentino abbassamento termico e dalle prime piogge (tramutatesi in diverse parti d’Italia in vere e proprie alluvioni, con conseguenze purtroppo anche drammatiche),  è così definitivamente calato il sipario anche sull’estate “lunga” 2018. Estate che sarà ricordata, soprattutto nel mese di agosto, anche per altri drammatici accadimenti quali ad es., l’incidente che ha provocato il terribile scoppio sulla tangenziale di Bologna, il dramma dei braccianti di colore impegnati nella raccolta del pomodoro, periti nel giro di poche ore in due distinti incidenti stradali in Puglia. Il sequestro della nave Diciotti con immigrati a bordo, comprensibilmente più in difficoltà a farlo, loro, il bagno, senza tralasciare naturalmente il crollo del ponte Morandi a Genova.

venerdì 26 ottobre 2018

A HORROR OF CHEMICALS: THE TEACHINGS AND THEORIES OF ALTERNATIVE AGRICOLTURE

di ANTONIO SALTINI

 

 

Versione in italiano

 

 

 

Bones and offals unearthed at the solemn spring feast at the biodynamic farm La Farnia after  all the putrefied matter has absorberd, during the winter, in the heart womb, the propitious influences of comets and planets (photo A. Saltini 1988).




Pseudo Science and Hocus Pocus

Amongst the various sects championing an agriculture that is “alternative” to that predicated upon modern sciences, one that merits special mention was the emergence of adepts who professed to follow the creeds of Rudolf Steiner, an Austrian-born seer whose philosophy of “Anthroposophy” would generate a whole host of pamphlets and writings that form part of the magic-cabbalistic-occultist literature which has been available for the unwary since the very dawn of printing.

martedì 23 ottobre 2018

VIAGGIO AL CENTRO DI XYLELLA

 

di COSIMO GAUDIANO 

 


Foglia bruscata, si nota il disseccamento avanzante. Foto - Cosimo Gaudiano.

Le tiepide domeniche settembrine sono le giornate ideali per scampagnate e piccoli viaggi. L’autunno tarda a giungere e basta una scusa qualsiasi per godere di una gita col sole ancora estivo.
Si sale in auto e si colma la distanza che separa Matera da Lecce e mantenere la promessa fatta a un amico agricoltore: verificare la peste che sta annientando olivi e paesaggi salentini.
Già nella provincia di Brindisi ci si rende conto dell’avanzare dell’epidemia nelle campagne, gettando lo sguardo sul mare di olivi che costeggiano le strade e notando i numerosi rami morti, tessere color marrone che macchiano la distesa verde. Ma le cose peggiorano proseguendo verso sud e oltrepassando Lecce. Dalla strada ormai non si può far finta di non vedere la devastazione che ormai primeggia.

domenica 21 ottobre 2018

LE 15 MENZOGNE DEL BIOLOGICO

di AGRARIAN SCIENCES

 

Pubblichiamo in un'unica raccolta le 15 menzogne del biologico 
di Alberto Guidorzi e Luigi Mariani.



sabato 20 ottobre 2018

MASCHERE NAPOLETANE AL COMUNE DI PIACENZA

di ANTONIO SALTINI




Tra il 9 e l'11 marzo 1982 Arcangelo Lobianco, celebra il secondo anno di presidenza aprendo, a Rimini, i lavori della conferenza organizzativa convocata per introdurre alcune regole nuove nella vita della Confederazione: prima tra tutte l'incompatibilità tra mansioni confederali e incarichi di partito e di governo. Infrangendo una tradizione consolidata, i direttori delle federazioni provinciali che vogliano rivestire incarichi di governo, a Roma o in una giunta regionale, dovranno abbandonare l'attività sindacale: per rendere accettabile l'innovazione il presidente concede che i funzionari che si impegnano sul terreno governativo conservino, con il titolo di "ispettori straordinari", il posto nei ruoli dell'organizzazione, nel cui alveo potranno assumere nuove responsabilità alla scadenza del mandato. La modifica statutaria non coinvolge, peraltro, la rappresentanza parlamentare: fino a quando non accetti incarichi governativi, il direttore di una federazione della Coldiretti può continuare a sedere a Montecitorio o a Palazzo Madama.

martedì 16 ottobre 2018

BIODINAMICO AL POLITECNICO DI MILANO – DUE LETTERE CHE CI CONFORTANO - La lettera del collega Michele Lodigiani ai consiglieri dell’Ordine degli Agronomi di Piacenza e la lettera di docenti e ricercatori dell’università degli Studi di Milano, del CNR e del CREA al rettore del Politecnico di Milano


di TOMMASO MAGGIORE e LUIGI MARIANI

Nessuna conquista nel campo della scienza può mai dirsi conseguita in modo definitivo. Ad esempio l’intrusione della magia e dell’astrologia nel settore agronomico e biologico fosse già stata combattuta da Columella si è riproposta in varie forme nei secoli successivi, per cui ad esempio fino all’inizio del XIX secolo era in auge il vitalismo che attribuiva alla materia vivente una “vis vitalis” e che in agricoltura si presentava come umismo. Sconfitto il vitalismo grazie alle grandi scoperte ottocentesche di Nicholas Theodore De Saussure (nutrizione carbonica atmosferica) e Friedrich Wöhler (sintesi dell’urea) si è poi assistito alla comparsa di una nuova forma di agricoltura a base magica nota come biodinamico ad opera del filosofo tedesco Rudolf Steiner. A lui si devono infatti gli strampalati fondamenti agronomici del biodinamico, del tutto privi di basi scientifiche e irti di energie cosmiche e influssi astrali con cui dialogherebbero le piante coltivate e gli animali domestici,specie se dotati di corna interpretate come antenne aperte verso il cosmo.

venerdì 12 ottobre 2018

PASTA BIO E LARVE DI INSETTI: SOLO PROTEINE IN PIU’?

 

FLAVIO BAROZZI, LUIGI MARIANI e FRANCESCO MARINO

 


Quello del controllo degli insetti infestanti delle derrate immagazzinate è un problema serio. Infatti come ci ricorda questa presentazione (qui) gli insetti delle derrate non sono solo fonte di disgusto (o magari di proteine...) ma possono produrre danni al consumatore legati ad esempio alla contaminazione dei cibi con allergeni, agenti patogeni e sostanze tossiche o cancerogene.